Homepage

Sin dalla notte dei tempi l’umanità ha avuto paura del buio della notte, l’unica fonte di luce erano le stelle e la luna, così gli uomini sono stati quasi costretti ad alzare il capo e guardare in alto. Per necessità hanno scoperto le stelle, alcuni cominciarono ad osservarle con assiduità, notarono anche che alcune col tempo ritornavano nella stessa posizione nel cielo e avvenimenti sulla terra erano in concomitanza con determinati movimenti delle stelle. L’estrema indigenza e la necessità di sopravvivere giorno per giorno lottando contro tutto e tutti avrà spinto gli uomini a chiedersi come trovare qualcosa che potesse aiutarli in questa lotta per la vita; come le stelle li avevano aiutati per la luce così avranno pensato che le stesse potevano aiutarli in qualche modo per l’avvenire, hanno iniziato ad avere fiducia nelle stelle. In questo modo si sono create le condizioni per studiare più approfonditamente le stelle e i loro movimenti. Ë nata così l’astrologia

Una sezione della homepage

Non mi occuperò dei calcoli necessari e come arrivare alla stesura dell’oroscopo, almeno in questa prima fase del sito, come già anticipato vorrei dare solo una spiegazione più semplice degli elementi base dell’astrologia in modo che ciascuno possa farsi una idea da sé dell’interpretazione di un oroscopo. Interpretazione vista più come conoscenza del mondo interno di ciascuno di noi, della parte psicologica spirituale, caratteriale più che sapere cosa accadrà domani e dopodomani o se porta bene o male.

L’oroscopo è la rappresentazione grafica del cielo stellato al momento della nascita di ciascuno di noi, potremmo dire è la fotografia esatta del cielo al momento della nascita, gli antichi non avevano gli strumenti che si hanno oggi, hanno dovuto inventarsi un modo per rappresentare questo evento con le conoscenze che avevano.

Lo Zodiaco

Lo zodiaco in un certo senso è stato il primo orologio che i popoli antichi hanno saputo inventare. Attraverso questo strumento potevano prevedere le stagioni, i tempi della semina e poi del raccolto per parlare delle cose più semplici, in qualche modo potevano misurare il tempo. Per secoli osservarono il cielo e notarono gli spostamenti di alcuni corpi celesti che assumevano la stessa figura e le stesse posizioni e queste coincidevano con determinate stagioni della loro vita. Ad alcuni gruppi di stelle diedero dei nomi secondo le credenze la mitologia l’immaginazione che avevano, così abbiamo la costellazione dell’ariete magari perché quelli che nascevano durante il passaggio di questo gruppo di stelle avevano la caratteristiche che secondo loro aveva l’Ariete, un animale dalla testa dura, resistente per dire con parole semplici, allo stesso modo diedero un nome alle altre costellazioni.

Lo zodiaco venne diviso in 12 parti di 30° ciascuna, e ad ogni parte diedero un nome seguendo i criteri descritti prima. Chiamarono così i segni iniziando dal punto vernale, Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario, Pesci. Il punto vernale o punto gamma o punto Ariete è quello dei due punti di intersezione dell’eclittica con l’equatore celeste, in cui si trova il Sole all’equinozio di primavera, ossia quando esso, descrivendo l’eclittica, passa dall’emisfero australe a quello boreale.

Contatti